OncoHub
Oncologia Morabito
Janssen Oncology
Novartis

Chemioterapia di combinazione con Pazopanib o Metotrexato - Vinblastina nei pazienti adulti con tumori desmoidi progressivi: studio DESMOPAZ


I tumori desmoidi sono tumori localmente aggressivi associati a sostanziale morbilità.
Non sono stati approvati trattamenti sistemici per questa malattia, con Metotrexato - Vinblastina come unico regime chemioterapico valutato fino ad oggi in uno studio clinico.
La sovraespressione di VEGF è una caratteristica comune nei tumori desmoidi aggressivi.

Pazopanib ( Votrient ) è un agente antiangiogenico orale con bersaglio per i recettori VEGF 1, 2 e 3, PDGFR ( recettore del fattore di crescita derivato dalle piastrine ) alfa e beta, e tirosin-chinasi c-KIT.

Sono state valutate l'attività antitumorale e la sicurezza della terapia mirata o della chemioterapia di combinazione nei tumori desmoidi progressivi.

DESMOPAZ era uno studio non-comparativo, randomizzato, in aperto, di fase 2 condotto in 12 centri del French Sarcoma Group.
Sono stati arruolati adulti di età a partire da 18 anni con tumori desmoidi progressivi, normale funzione d'organo e malattia progressiva documentata centralmente secondo i criteri RECIST di valutazione della risposta nei tumori solidi versione 1.1 basati su due valutazioni di imaging ottenute in un intervallo inferiore a 6 mesi.

I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a Pazopanib orale 800 mg al giorno per un massimo di 1 anno o a un regime endovenoso che combinava Vinblastina ( 5 mg/m2 per dose ) e Metotrexato ( 30 mg/m2 per dose ), somministrato settimanalmente per 6 mesi e poi a settimane alterne per 6 mesi.
La randomizzazione è stata stratificata in base al centro di inclusione e alla posizione del tumore.

L'endpoint primario era la percentuale di pazienti che non erano progrediti a 6 mesi nei primi 43 pazienti che avevano ricevuto uno o due cicli completi di Pazopanib. Questo endpoint è stato anche valutato come endpoint esplorativo prespecificato in tutti i pazienti che avevano ricevuto un ciclo completo o due cicli incompleti di Metotrexato - Vinblastana.
Sono state condotte analisi di sicurezza per tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose di trattamento assegnato.

Dal 2012 al 2017, 72 pazienti sono stati arruolati e assegnati in modo casuale ( n=48 nel gruppo Pazopanib; n=24 nel gruppo Metotrexato - Vinblastina ).
Il follow-up mediano è stato di 23.4 mesi.
46 pazienti nel gruppo Pazopanib e 20 pazienti nel gruppo Metotrexato-Vinblastina erano valutabili per l'attività.

Nei primi 43 pazienti valutabili per l'endpoint primario nel gruppo Pazopanib, la percentuale di pazienti che non era progredita a 6 mesi è stata dell'83.7%.
La percentuale di pazienti trattati con la combinazione Metotrexato e Vinblastina che non era progredita a 6 mesi è stata pari al 45%.

Gli eventi avversi di grado 3 o 4 più comuni nel gruppo Pazopanib sono stati ipertensione ( n=10, 21% ) e diarrea ( n=7, 15% ) e nel gruppo Metotrexato - Vinblastina sono stati neutropenia ( n=10, 45% ) e transaminite epatica ( n=4, 18% ).
11 pazienti ( 23% ) hanno presentato almeno un evento avverso grave correlato al trattamento in studio nel gruppo Pazopanib, così come 6 pazienti ( 27% ) nel gruppo Metotrexato - Vinblastina.

Pazopanib ha attività clinica nei pazienti con tumori desmoidi progressivi e potrebbe essere un'opzione di trattamento valida in questa malattia rara e invalidante. ( Xagena2019 )

Toulmonde M et al, Lancet Oncology 2019; 20: 1263-1272

Onco2019 MalRar2019 Med2019 Farma2019


Indietro