Oncologia Morabito
Novartis
OncoHub
Roche Oncologia

Confronto tra Pazopanib e Doxorubicina come trattamento di prima linea nei pazienti di età pari o superiore a 60 anni con sarcoma dei tessuti molli metastatico


La Doxorubicina è uno standard di cura nei pazienti con sarcoma dei tessuti molli in fase avanzata e inoperabile.
Si è determinato se Pazopanib ( Votrient ) abbia un'efficacia paragonabile a quella della Doxorubicina nei pazienti anziani con sarcoma dei tessuti molli e offra una tollerabilità superiore per la tossicità ematologica.

Sono stati inclusi pazienti di età pari o superiore a 60 anni senza precedente trattamento sistemico per sarcoma dei tessuti molli progressivo avanzato o metastatico che presentavano un ECOG performance status da 0 a 2 e una funzione organica adeguata.

Il trattamento consisteva in Pazopanib 800 mg una volta al giorno oppure Doxorubicina 75 mg/m2 una volta ogni 3 settimane ( 6 cicli o meno ) dopo essere stati assegnati in modo casuale.
La non-inferiorità è stata presunta per la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), se il limite superiore dell'intervallo di confidenza ( IC ) al 95% per l’hazard ratio ( HR ) era inferiore a 1.8.

La neutropenia e la neutropenia febbrile erano gli endpoint secondari chiave.

Lo European Organisation for Research and Treatment of Cancer ( 30 voci ) Quality of Life Questionnaire ( EORTC-QLQ-C30 ) e la valutazione geriatrica sono stati utilizzati per misurare gli esiti riferiti dai pazienti.

Pazopanib e Doxorubicina sono stati somministrati rispettivamente a 81 e 39 pazienti. L'età mediana era di 71 anni.

La sopravvivenza libera da progressione è risultata non-inferiore ( HR, 1.00 ), mentre l'incidenza di neutropenia di grado 4 e neutropenia febbrile ha favorito Pazopanib.

I tassi di risposta obiettiva ( ORR ) per Pazopanib e Doxorubicina sono stati rispettivamente del 12.3% e del 15.4%.

La sopravvivenza globale ( OS ) non è variata significativamente tra i bracci ( HR, 1.08; P=0.735 ).

La valutazione geriatrica ha rivelato 2 o più comorbilità nel 15.8% dei pazienti e una compromissione delle attività di vita quotidiana nel 28.3% dei pazienti.

Pazopanib è risultato non-inferiore alla Doxorubicina, rendendo Pazopanib una opzione terapeutica putativa nel trattamento di prima linea dei sarcoma dei tessuti molli nei pazienti di età pari o superiore a 60 anni.
Il profilo distinto degli eventi avversi può essere utilizzato per consigliare i pazienti e adattare la terapia alle esigenze individuali. ( Xagena2020 )

Grünwald V et al, J Clin Oncol 2020; 38: 3555-3564

Neuro2020 Onco2020 Farma2020


Indietro