Bayer Banner
Natera Banner
Gilead Banner
Tumore prostata

Efficacia e sicurezza di Carotuximab più Pazopanib versus solo Pazopanib per il trattamento dei pazienti con angiosarcoma avanzato


L'angiosarcoma è un raro sottotipo di sarcoma con esito sfavorevole. Carotuximab più Pazopanib ( Votrient ) ha prodotto una sopravvivenza mediana libera da progressione ( PFS ) di 7.8 mesi nei pazienti mai trattati con Pazopanib con angiosarcoma refrattario alla chemioterapia in uno studio di fase 1/2.

Si è determinato se Carotuximab più Pazopanib migliori la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) rispetto a Pazopanib da solo nei pazienti con angiosarcoma avanzato nello studio clinico randomizzato multinazionale, multicentrico, in aperto, a gruppi paralleli, di fase 3 TAPPAS ( An Adaptive Enrichment Phase 3 Trial of TRC105 and Pazopanib vs Pazopanib Alone in Patients With Advanced Angiosarcoma ), condotto su 123 pazienti di 18 anni o più con angiosarcoma avanzato nel periodo 2017-2019 in 31 siti negli Stati Uniti e nell'Unione Europea.

I pazienti sono stati randomizzati a ricevere Pazopanib da solo o Carotuximab più Pazopanib.
Lo studio ha incorporato un disegno di arricchimento adattivo.
I criteri di inclusione erano non più di 2 linee precedenti di terapia sistemica e un ECOG performance status di 0 o 1.
L'analisi di efficacia ha utilizzato la popolazione intent-to-treat ( ITT ); l'analisi di sicurezza ha incluso tutti i pazienti che hanno ricevuto una dose di uno dei due farmaci in studio.

Ai pazienti è stato somministrato Pazopanib orale 800 mg/die, o Carotuximab per via endovenosa 10 mg/kg, somministrato settimanalmente, più Pazopanib orale 800 mg/die, con modifica della dose consentita per tolleranza del paziente o fino a progressione della malattia.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione, valutata mediante revisione radiografica e cutanea fotografica indipendente in cieco secondo le linee guida dei criteri RECIST versione 1.1.
Gli endpoint secondari includevano il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) e la sopravvivenza globale ( OS ).

Dopo l'arruolamento di 123 pazienti è stata condotta un'analisi ad interim per determinare la dimensione del campione finale.
La sopravvivenza PFS nel gruppo che ha ricevuto Pazopanib da solo è stata confrontata con la sopravvivenza PFS nel gruppo che ha ricevuto Carotuximab più Pazopanib utilizzando il log rank test.

Dei 114 pazienti con dati valutabili ( 53 nel braccio Pazopanib e 61 nel braccio Carotuximab più Pazopanib ), 69 ( 61% ) erano donne e l'età mediana era di 68 anni; 57 ( 50% ) avevano una malattia cutanea e 32 ( 28% ) non avevano avuto alcun trattamento precedente.

L'endpoint primario ( sopravvivenza PFS ) non è stato raggiunto ( hazard ratio, HR, 0.98; P=0.95 ), con una mediana di 4.3 mesi per Pazopanib e 4.2 mesi per il braccio di associazione.

Gli eventi avversi di tutti i gradi più comuni nel braccio Pazopanib in monoterapia rispetto al braccio di combinazione sono stati: affaticamento ( 29 pazienti, 55%, vs 37, 61% ), cefalea ( 12 pazienti, 23%, vs 39, 64% ), diarrea ( 27 pazienti, 51%, vs 35, 57% ), nausea ( 26 pazienti, 49%, vs 29, 48% ), vomito ( 12 pazienti, 23%, vs 23, 38% ), anemia ( 5 pazienti, 9%, vs 27, 44% ), epistassi ( 2 pazienti, 4%, vs 34, 56% ) e ipertensione ( 29 pazienti, 55%, vs 22, 36% ).

In questo studio clinico randomizzato di fase 3, Carotuximab più Pazopanib non ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione rispetto a Pazopanib da solo nei pazienti con angiosarcoma avanzato. ( Xagena2022 )

Jones RL et al, JAMA Oncol 2022; 8: 740-747

Onco2022 MalRar2022 Med2022 Farma2022


Indietro