Oncologia Morabito
Novartis
OncoHub
Janssen Oncology

Espressione di PD-1 / PD-L1 nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel e associazione con la risposta a Pembrolizumab


Recentemente, è stato riportato un tasso di risposta obiettiva del 56% nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel avanzato ( MCC ) trattati con Pembrolizumab ( Keytruda ).
Tuttavia, un biomarcatore che predice la risposta clinica non è stato identificato.

Campioni di tumore, fissati in formalina e inclusi in paraffina, ( n = 26 ) sono stati colorati per CD8, PD-L1 e PD-1 mediante immunoistochimica / immunofluorescenza ( IHC/IF ) e la densità e la distribuzione di cellule positive è stata quantificata per determinare le associazioni con risposta anti-PD-1.
L'immunofluorescenza multipla è stata utilizzata per testare una coorte separata di campioni di archivio di carcinoma a cellule di Merkel ( n = 16 ), per identificare i tipi di cellule che esprimono PD-1.

I tumori dei pazienti che hanno risposto all'anticorpo anti-PD-1 Pembrolizumab hanno mostrato densità più elevate di cellule PD-1+ e PD-L1+ rispetto ai non-responder ( cellule mediane per mm2, 70.7 vs 6.7, p = 0.03 e 855.4 vs 245.0 , p = 0.02, rispettivamente ).

Non c'è stata associazione significativa tra la densità cellulare CD8+ e la risposta clinica.

La quantificazione delle cellule PD-1+ situate entro 20 microm di una cellula PD-L1+ ha mostrato che la vicinanza PD-1 / PD-L1 era associata alla risposta clinica ( p = 0.03 ), ma la vicinanza CD8 / PD-L1 non lo era.
Le cellule CD4 + e CD8 + nel microambiente tumorale hanno espresso simili quantità di PD-1.

In conclusione, la presenza o assenza binomiale dell'espressione di PD-L1 nel microambiente tumorale non è risultato sufficiente a predire la risposta all'anti-PD-1 nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel. Le valutazioni quantitative delle densità delle cellule PD-1+ e PD-L1+ e le interazioni geografiche tra queste due popolazioni cellulari hanno mostrato correlazione con la risposta clinica.
I tipi cellulari che esprimono PD-1 nel microambiente tumorale includono cellule T CD8+, cellule T CD4+, Tregs e cellule B CD20+, indicando che tipi cellulari multipli possono potenziare la regressione del tumore dopo il blocco di PD-1. ( Xagena2018 )

Giraldo NA et al, J Immunother Cancer 2018; 6 (1): 99. doi: 10.1186 / s40425-018-0404-0.

Onco2018 Dermo2018 Farma2018 MalRar2018 Med2018


Indietro