Janssen Oncology
Oncologia Morabito
OncoHub
Novartis

Pazopanib per il trattamento del condrosarcoma mixoide extrascheletrico avanzato


Il condrosarcoma mixoide extrascheletrico è un raro sarcoma con bassa sensibilità alla chemioterapia citotossica. L'evidenza retrospettiva suggerisce che i farmaci antiangiogenici potrebbero essere un'opzione di trattamento.
È stata studiata l'attività di Pazopanib ( Votrient ), un farmaco antiangiogenico, in pazienti con condrosarcoma mixoide extrascheletrico avanzato.

In uno studio di fase 2 a braccio singolo, in aperto, sono state reclutate tre coorti indipendenti parallele di diversi istotipi di sarcomi avanzati ( condrosarcoma mixoide extrascheletrico, tipico tumore fibroso solitario e tumore fibroso solitario maligno-dedifferenziato ).
In ciascuna coorte, i pazienti hanno ricevuto Pazopanib.

Sono stati riportati i risultati della coorte di pazienti con condrosarcoma mixoide extrascheletrico in forma avanzata.

La segnalazione separata delle tre coorti era prespecificata nel protocollo di studio. In questa coorte, pazienti adulti di età maggiore o uguale a 18 anni con diagnosi di condrosarcoma mixoide extrascheletrico NR4A3-traslocato, metastatico o non-resecabile, che avevano avuto una progressione dei criteri di valutazione della risposta nei tumori solidi ( RECIST ) nei precedenti 6 mesi e un ECOG performance status di 0–2, sono stati arruolati in 11 centri in Spagna, Francia, Italia.

I pazienti hanno ricevuto Pazopanib per os ( 800 mg/die ) ininterrottamente, fino a progressione della malattia, tossicità inaccettabile, morte, mancata compliance, rifiuto del paziente o decisione dello sperimentatore.

L'endpoint primario era la proporzione di pazienti che ottenevano una risposta obiettiva secondo RECIST 1.1 nella popolazione intention-to-treat modificata ( pazienti che avevano dato il consenso e avevano una diagnosi centrale molecolarmente confermata di condrosarcoma mixoide extracellulare ).
L'analisi di sicurezza ha incluso tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose di Pazopanib.

Tra il 2014 e il 2017, 26 pazienti sono entrati nello studio e hanno iniziato ad assumere Pazopanib. Di questi, 23 soddisfacevano i criteri di ammissibilità per l'analisi intention-to-treat modificata.
Il follow-up mediano è stato di 27 mesi.

22 pazienti ( 1 paziente è deceduto prima dell'analisi primaria ) erano valutabili per l'endpoint primario: 4 ( 18% ) hanno presentato una risposta obiettiva secondo i criteri RECIST.

Non si sono verificati decessi o eventi avversi di grado 4. Gli eventi avversi di grado 3 più frequenti sono stati ipertensione ( 9 su 26 pazienti, 35% ), aumento della concentrazione di alanina aminotransferasi [ ALT ] ( 6, 23% ) e aumento dell'aspartato aminotransferasi [ AST ] ( 5, 19% ).

Pazopanib ha mostrato attività antitumorale clinicamente significativa nei pazienti con condrosarcoma mixoide extrascheletrico progressivo e avanzato e potrebbe essere considerata un'opzione adatta dopo la mancata risposta alla chemioterapia di prima linea a base di antraciclina in questi pazienti. ( Xagena2019 )

Stacchiotti S et al, Lancet Oncology 2019; 20: 1252-1262

Onco2019 Farma2019


Indietro