Oncologia Morabito
Janssen Oncology
Novartis
OncoHub

Pazopanib per il trattamento del tumore fibroso solitario maligno e dedifferenziato avanzato


Un tumore fibroso solitario è un raro tumore del tessuto molle con tre varianti clinicopatologiche: tipico, maligno e dedifferenziato.
Gli studi preclinici e gli studi retrospettivi hanno mostrato diverse sensibilità del tumore fibroso solitario alla chemioterapia e agli antiangiogenici.

È stato progettato uno studio per valutare l'attività di Pazopanib ( Votrient ) in una coorte di pazienti con tumore fibroso solitario maligno o dedifferenziato.

In questo studio di fase 2 a braccio singolo, pazienti adulti di età a partire da 18 anni con tumore fibroso solitario maligno o dedifferenziato metastatico o non-resecabile, istologicamente confermato, in qualsiasi sede, che aveva progredito ( secondo i criteri RECIST e Choi ) nei 6 mesi precedenti e con un performance status ECOG di 0-2, sono stati arruolati in 16 ospedali con esperienza nella cura del sarcoma in Spagna, Italia e Francia.

I pazienti hanno ricevuto Pazopanib 800 mg una volta al giorno, assunto per via orale senza cibo, almeno 1 ora prima o 2 ore dopo un pasto, fino a progressione o intolleranza.

L'endpoint primario dello studio era la risposta complessiva misurata dai criteri di Choi nel sottogruppo della popolazione intention-to-treat ( pazienti che hanno ricevuto almeno 1 mese di trattamento con almeno una valutazione radiologica ).
Tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose del farmaco in studio sono stati inclusi nelle analisi di sicurezza.

Dal 2014 al 2016, sono stati arruolati 36 pazienti ( 34 con tumore fibroso solitario maligno e due con tumore fibroso solitario differenziato ).

Il follow-up mediano era di 27 mesi.

Sulla base della revisione radiologica centrale, 18 dei 35 pazienti valutabili ( 51% ) hanno presentato risposte parziali, 9 ( 26% ) avevano una malattia stabile e 8 ( 23% ) presentavano una malattia progressiva secondo i criteri Choi.

L'ulteriore arruolamento dei pazienti con tumore fibroso solitario indifferenziato è stato interrotto dopo il rilevamento di progressioni precoci e veloci in un'analisi ad interim pianificata.

Il 51% di 35 pazienti ha ottenuto una risposta globale secondo i criteri Choi.

10 su 35 pazienti ( 29% ) sono deceduti.

Non ci sono stati decessi correlati ad eventi avversi e gli eventi avversi di grado 3 o superiore più frequenti sono stati ipertensione ( 11 su 36 pazienti, 31% ), neutropenia ( 4, 11% ), aumento delle concentrazioni di alanina aminotransferasi [ ALT ] ( 4, 11% ) e aumento delle concentrazioni di bilirubina ( 3, 8% ).

Questo è il primo studio di Pazopanib per il trattamento del tumore fibroso solitario maligno che ha mostrato attività in questo gruppo di pazienti.
Il profilo di tossicità gestibile e l'attività mostrata da Pazopanib suggeriscono che questo farmaco possa rappresentare una opzione per il trattamento sistemico del tumore fibroso solitario maligno avanzato.( Xagena2019 )

Martin-Broto J et al, Lancet Oncology 2019; 20: 134-144

Onco2019 MalRar2019 Med2019 Farma201


Indietro