Oncologia Morabito
Novartis
Janssen Oncology
OncoHub

Regorafenib nei pazienti con osteosarcoma metastatico


SARC024 è uno studio clinico di fase II dell'inibitore multichinasico Regorafenib ( Stivarga ) in sottotipi specifici di sarcoma, incluso l’osteosarcoma avanzato.
Si è ipotizzato che Regorafenib possa migliorare la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) nei pazienti con sarcoma.

Sono stati riportati i risultati della coorte osteosarcoma.

Lo studio ha arruolato pazienti con osteosarcoma metastatico progressivo con malattia misurabile secondo i criteri RECIST, che avevano ricevuto almeno una precedente linea di terapia.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a Regorafenib oppure a placebo.
Il crossover nella terapia è stato consentito al momento della progressione della malattia.

La sopravvivenza libera da progressione era l'endpoint primario dello studio, potenziato per rilevare una differenza di almeno 3 mesi nella sopravvivenza PFS mediana.

Tra il 2014 e il 2018 sono stati arruolati 42 pazienti da 12 centri. L'età media era di 37 anni. I pazienti avevano ricevuto in media 2.3 precedenti regimi di terapia.
10 pazienti che hanno ricevuto placebo sono passati al farmaco attivo al momento della progressione.

L'arruolamento è stato interrotto precocemente, dopo una revisione da parte del Comitato di monitoraggio della sicurezza dei dati.
La sopravvivenza mediana libera da progressione è risultata significativamente migliorata con Regorafenib rispetto al placebo: 3.6 mesi versus 1.7 mesi, rispettivamente ( hazard ratio, HR 0.42; P=0.017 ).

Nel contesto del disegno dello studio crossover, non vi è stata alcuna differenza statisticamente significativa nella sopravvivenza globale ( OS ).

14 pazienti su 22 ( 64% ) inizialmente assegnati in modo casuale a Regorafenib hanno manifestato eventi di grado 3-4 causati del trattamento, inclusa una perforazione del colon di grado 4.

Lo studio ha raggiunto il suo endpoint primario, dimostrando l'attività di Regorafenib nei pazienti con osteosarcoma metastatico progressivo.
Non sono stati osservati nuovi segnali di sicurezza.
Regorafenib deve essere considerato una opzione di trattamento per i pazienti con osteosarcoma metastatico recidivato. ( Xagena2019 )

Davis LE et al, J Clin Oncol 2019; 37: 1424-1431

Onco2019 Med2019 Farma2019


Indietro